top of page

Vitamina D

Proprietà e utilizzo di una vitamina-ormone essenziale per la salute



La vitamina D3, detta anche colecalciferolo è la "vitamina del sole", la più importante in assoluto nel gruppo delle vitamine D (ce ne sono di vari tipi con differente azione biologica - D2, D3 ecc - ma la più attiva in senso biologico è la D3). Vitamina D e vitamina D3 sono infatti spesso usati come sinonimi.


Il nostro corpo può produrre questa vitamina - che più che altro agisce proprio come un ormone - attraverso l’esposizione della pelle ai raggi UV del sole.

Oltre al sole, anche alcuni alimenti possono aiutarci a coprire il fabbisogno giornaliero di vitamina D3. Tuttavia, bisogna sottolineare che la sola alimentazione non basta, poiché la quantità di vitamina D3 presente di norma negli alimenti è troppo bassa e spesso ancora non biologicamente attiva, come si trova ad esempio nei vegetali e nei funghi. Essa deve essere "attivata" dalla luce solare.

La Vit. D è bio-sintetizzata a partire dalla molecola di colesterolo, per cui va sfatato anche il mito che il colesterolo è "cattivo". Certo un suo eccesso può creare squilibri, ma non è certo una molecola da demonizzare in quanto dal colesterolo vengono bio-prodotti molti ormoni, dal cortisolo, agli ormoni sessuali maschili e femminili fino, appunto, alla Vit. D3.

Una delle funzioni più note della vitamina D3 è quella di regolare il metabolismo del fosfato e del calcio, entrambi molto importanti per la salute delle ossa e per il funzionamento del cervello e del sistema nervoso. Inoltre, questa vitamina prende parte in un’ampia varietà di processi metabolici e aiuta a rafforzare i muscoli.

Nel corpo questa vitamina si trova principalmente nei muscoli, nel tessuto adiposo e in piccole quantità anche nel fegato. Il nostro corpo, fortunatamente, riesce a conservare alte scorte di vitamina D per lunghi periodi. Questo è un grande vantaggio, soprattutto durante la stagione invernale quando la luce solare è poca.

I sintomi della carenza di Vit. D sono difficili da identificare, per questo molte persone spesso non si accorgono di avere bassi livelli di vitamina D. Questi possono essere possibili problemi causati dalla sua carenza:

  • Stanchezza

  • Calo delle prestazioni

  • Insonnia

  • Predisposizione alle infezioni

  • Debolezza muscolare

  • Ferite che guariscono male

  • Vertigini

  • Mal di testa

I livelli plasmatici ideali di Vit. D3 sono in un range tra i 40 e 80 ng/ml.


Via biosintetica della Vit. D3 e del 1,25-diidrossicolecalciferolo


La Vit. D3, all'interno del corpo, viene attivata in 1,25-diidrossicolecalciferolo (abbreviato in 1,25-(OH)2D3 oppure in 1,25(OH)2D) che è la forma bio-attiva della Vit. D3 nell'organismo umano.


La famiglia delle vitamine D è composta da molecole liposolubili (solubili nei grassi - insieme alle vitamine A, E e K). Ciò significa che può essere assorbita nel sangue solo in combinazione con i grassi. Per questo motivo si dovrebbero consumare integratori di vitamina D con qualche tipo di grasso alimentare (formaggi, noci, semi oleosi, avocado, olio vegetale di alta qualità, olio di cocco ecc). Le gocce di vitamina D molto spesso sono già a base di olio. Anche l’associazione Vit. D3 + Vit. K2 è estremamente consigliata e benefica e ne parlerò in un altro articolo. Anche il magnesio, in associazione, può aiutare a migliorare il livello e l'utilizzo della vitamina D.


Proprietà e benefici della vitamina D3

  • Ossa e muscoli forti: la vitamina D3 è necessaria per la salute delle ossa e delle articolazioni perché aiuta ad assorbire il calcio. Previene l’insorgere di malattie come l’osteopenia e l’osteoporosi.

  • Rafforza il sistema immunitario: numerosi studi dimostrano i benefici della vitamina D3 per il sistema immunitario. Livelli carenti aumentano il rischio di infezioni e malattie autoimmuni come il diabete di tipo 1, l’artrite reumatoide e le malattie infiammatorie intestinali.

  • Riduce il rischio di malattie cardiovascolari: bassi livelli di Vit. D3 sono associati a un aumento del rischio di malattie cardiache come ictus e ipertensione e deposito di placche di calcio nelle arterie (per questo scopo è valutabile l'associazione Vit. D3 + K2).

  • Aiuta a ridurre l’infiammazione: questa vitamina ha potenti proprietà proprietà antinfiammatorie. Aiuta a ridurre i mediatori pro-infiammatori e aumenta le citochine antinfiammatorie.

  • Rafforza la salute orale: livelli insufficienti di questa vitamina possono influire sullo smalto dei denti e sulla salute delle gengive, oltre a causare gengiviti e malattie parodontali. Nei bambini, inoltre, può influire sullo sviluppo dentale e aumentare la debolezza dentale se carente.

  • Riduce il rischio di fratture: da una prospettiva biochimica, la vitamina D3 sembra essere coinvolta in tutte le fasi del processo di guarigione e prevenzione delle fratture grazie alla sua capacità di mobilitare il calcio.

  • Favorisce la funzione polmonare e un sistema nervoso sano: ha un impatto positivo sulla struttura polmonare, sulla forza dei muscoli respiratori e sulla risposta immunitaria agli agenti patogeni dell’apparato respiratorio. Inoltre, sono stati dimostrati i suoi effetti sul sistema nervoso (neurotrasmissione, neuroplasticità, neuroprotezione, ecc.).

  • Promuove una crescita sana dei capelli: livelli adeguati sono essenziali per una crescita sana dei capelli, favorendo il mantenimento dei follicoli piliferi.

  • Contribuisce a migliorare le funzioni cerebrali e a prevenire la demenza: aiuta a proteggere il cervello dall’accumulo di tau (una proteina coinvolta nello sviluppo della demenza) e di amiloide (presente nella malattia di Alzheimer).

  • Aiuta a ridurre l’ipertensione: uno studio dimostra che la vitamina D3 per via orale può ridurre i livelli di pressione sistolica e diastolica nei pazienti con ipertensione.

  • Favorisce la perdita di peso: può aumentare i livelli di serotonina e di testosterone, che sono molto importanti per aumentare il metabolismo, aiutando a bruciare più calorie, a controllare l’appetito e ad aumentare la sazietà.

  • Migliora l’umore: riduce il rischio di depressione e regola l’umore. Uno studio ha dimostrato che le persone che provano emozioni negative e che assumono un’integrazione di vitamina D3 hanno registrato un miglioramento dei sintomi.

  • Contribuisce al miglioramento dell’artrite reumatoide: aiuta a ridurre i sintomi e la risposta infiammatoria nelle persone affette da artrite reumatoide e malattie croniche correlate.

  • Riduce il rischio di diabete di tipo 2: l’integrazione di vitamina D migliora la sensibilità all’insulina associata allo sviluppo del diabete di tipo 2.

Una regolare esposizione alla luce del sole, anche di soli circa 15 minuti al giorno, permette al nostro organismo la produzione della Vit. D3. Alternativamente, è bene integrarla - in particolare durante autunno, inverno e inizio della primavera - attraverso l'utilizzo di integratori, meglio se naturali e in gocce con alla base degli oli.

______________________________________________________________________


Studi riguardo bassi livelli di Vit. D e infezione da covid19


https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/35355776/

https://www.researchsquare.com/article/rs-21211/v1

https://www.sciencedaily.com/releases/2020/10/201027092216.htm

111 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Bromelina

Comments


bottom of page