top of page

Il Carbonio in Omeopatia

Caratteristiche dei rimedi a base di Carbonio


Lo studio dei rimedi omeopatici per temi o per famiglie è una pratica quanto mai assodata, che coinvolge anche gli elementi della tavola periodica. Vi propongo quindi un estratto del libro della Dr.ssa Emma Pistelli "Introduzione alla Tavola Periodica degli Elementi" sulle caratteristiche chimico-fisiche e omeopatiche dei rimedi a base di carbonio.

Il Carbonio è un elemento presente ovunque nella crosta terrestre, nell'atmosfera e nella materia vivente vegetale ed animale. In Natura è presente in forma elementare (cioè non combinato con altri elementi) e cristallina, come grafite (con cui è allestito il rimedio Graphites) e come diamante. Inoltre, è presente in forma combinata nel calcare, nei carboni fossili, nell'atmosfera come anidride carbonica (CO2) ed è il costituente fondamentale degli esseri viventi.


Il cosiddetto Ciclo del Carbonio illustra l'anello che lega il mondo inorganico e minerale alla materia vivente. Le piante verdi terrestri e marine, grazie alla clorofilla e in presenza di luce, fissano la CO2 dell'atmosfera o quella disciolta nelle acque del mare, sintetizzando poi il glucosio e liberando Ossigeno. Il glucosio, a seguito dei vari processi di ossidazione implicanti il consumo di Ossigeno, alla fine viene restituito sotto forma di CO2 ed Acqua (H2O) all'ambiente.

Il Ciclo del Carbonio è strettamente intrecciato al Ciclo dell'Ossigeno e la chimica dei composti che il Carbonio forma legandosi con se stesso, con Ossigeno, Idrogeno, Azoto e pochi altri elementi, costituisce il grande capitolo della Chimica Organica.

L'atomo di Carbonio è quindi presente nei meccanismi alla base della vita degli esseri viventi in termini di respirazione e di nutrimento.

Il tema fondamentale dei Carbonati (cioè Graphites ed i vari rimedi avente il Carbonio nella loro formula chimica come accade per Carbo vegetabilis e Carbo animalis) è quello della reazione vitale. Carbo vegetabilis è come morto, collassato, ha una disperata fame d'aria e rappresenta la perdita di ogni reazione vitale. É la costante paura della morte che accomuna tutti i Carbonati ad imporre una serie di attività e comportamenti atti a preservare la vita e ad affermare l'istinto elementare di sopravvivenza. In una parola, questa è la reazione vitale o Vis medicatrix.

Nei rimedi derivati dai sali di Carbonio, sarà l'altro elemento (quello associato) a dare la motivazione e lo scopo della reazione vitale espressa dall'atomo di Carbonio. Ad esempio, la reazione vitale e la sopravvivenza di Calcarea carbonica dipendono dal realizzare la sua sicurezza. Di Calcarea fosforica la sua indole libertaria; di calcarea fluorica il bisogno di ordine ecc. Inoltre, in una famiglia di sali è il carbonato ad essere il rimedio più rappresentativo della famiglia, proprio per il ruolo fondamentale che il Carbonio ha nei processi vitali dell'organismo.

Tutti i sali carbonici hanno la necessità di dare un significato alle cose, per attribuire loro un preciso valore, ricorrendo magari a categorie precostituite, apprese dai genitori o dalla tradizione. Ogni variazione a questi schemi o alla routine giornaliera è un grave sconvolgimento: Graphites ha una vera e propria disperazione per delle sciocchezze.

I rimedi carbonici, in sintesi, aiutano ad ancorarsi alle energie ancestrali famigliari, prendendo spunto da esse, prendendo radici e poi, da queste, spiccare il volo verso l'individuo auto determinato.

L'altra faccia della medaglia è rappresentata da chi va avanti nella vita assolvendo al suo dovere senza distrazioni e senza dare ascolto agli stimoli esterni, con tenacia e grande dignità. Il sentirsi legati ad un codice, ad una tradizione, fa emergere anche l'importanza della figura paterna nelle storie personali di questi pazienti.

1 visualizzazione0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page